L'evoluzione della stanza da bagno dai Romani ad oggi

parete fissa 1 20150911 1659033665Oggi il bagno è una parte fondamentale della nostra casa, dove l’arredo e la tecnologia ci permettono di prenderci cura del nostro corpo in un ambiente fatto a misura per noi. Ma come si è evoluto nella storia? Scopriamolo insieme.

 Epoca Romana

In epoca Romana, le abitazioni, seppure dotate di acqua corrente, non disponevano di una vera e propria stanza da bagno, in quanto non avevano l’abitudine di dedicare molto tempo alla toeletta mattutina e perché le attività legate all’igiene personale si svolgevano soprattutto nelle terme, dove  i Romani si recavano ogni giorno, di solito nel dopopranzo. Il bagno quindi non era inteso come una stanza o parte della casa in cui prendersi cura di sé, ma come un’attività sociale in cui ristorare non solo il corpo, ma anche la mente, secondo il principio “Mens sana in corpore sano”: le terme erano perciò luogo di incontro e di dibattito.

terme-romane

Relegando l’ora del bagno al primo pomeriggio, gli abitanti dell’antica Roma al mattino, appena alzati, si mettevano subito al lavoro, ed era molto raro il caso che si lavassero dopo svegli.

Le uniche testimonianze che abbiamo di oggetti o mobili per la cura del corpo sono riconducibili alle matrone, che oltre a possedere catini e vasi di rame o terracotta per la pulizia del viso, potevano disporre di vasche da bagno personali per fare così a meno dei bagni pubblici.

Medioevo e Rinascimento

Con il crollo dell’impero Romano il concetto di igiene cambia profondamente, e la pratica del bagno quotidiano come cura del corpo ritornerà solo agli inizi del ‘900.

Durante il periodo Medioevale i bagni pubblici continueranno ad esistere, ma con una funzione diversa da quella di epoca Romana, oltre ad essere molto meno sontuosi, essi erano ad uso soltanto dei più ricchi, e più che un momento intimo per pulire il proprio corpo, il bagno era un momento per socializzare insieme agli amici e familiari,  e spesso si facevano feste e banchetti.

Nei castelli e nei monasteri erano presente molte volte stanze adibite a gabinetto, spesso ricavato negli spessori murari, ciascuno con un proprio pozzo verticale sotto un sedile in pietra o in legno.

toiletteNemmeno il Rinascimento porta ad un miglioramento delle condizioni igieniche e sanitarie; in questo periodo anzi, con l’arrivo di malattie come la peste, che decimeranno la popolazione europea, l’attività del bagno viene temuta e praticamente proibita. L’igiene del corpo che una volta era basata su bagni regolari, ora viene affidata alla biancheria intima, si credeva infatti che avere vestiti sempre puliti potesse pulire il corpo più dell’acqua.

Nelle classi più ricche diventano di moda i gabinetti portatili, o che venivano nascosti dentro armadi. 

Nel ‘700 le camere da letto dei ricchi iniziano a dotarsi della toeletta, ovvero un angolo della stanza adibito alla cura del corpo, dove sono presenti catini e specchi per truccarsi e potersi vestire. Grazie poi alle ricerche in campo scientifico si torna a fare il bagno, ora però non più in ambienti pubblici, ma in casa propria, anche se la vasca da bagno non ha ancora una stanza ad essa adibita, ma generalmente veniva posta in camera da letto oppure in cucina.

Dall’800 ai giorni nostrimodern-bathroom

Solo alla fine dell’800 e all’inizio del nuovo secolo, grazie alle più recenti invenzioni come il WC, il bidet, l’acqua calda corrente e soprattutto con nuovi sistemi fognari, si inizia a progettare case con la stanza da bagno, in cui vengono radunati tutti gli elementi che la compongono tuttora.

In sostanza, a partire dal 20° secolo il bagno torna ad essere uno spazio ben definito in cui prendersi cura di sé, questa volta però è uno spazio privato, all’interno della casa.

Il bagno, come la cucina, è oggi  occasione di orgoglio, e l’avvento di tecnologie sempre più avanzate hanno portato a considerare questo spazio della casa come luogo del benessere in cui la personalizzazione ed il design sono indispensabili.


Per questo SILVERPLAT propone soluzioni innovative, totalmente personalizzabili, garantendo serietà, assoluta disponibilità e la massima assistenza. Passione e cura dei dettagli rendono SILVERPLAT unica sul mercato capace di soddisfare ogni limite progettuale.
Nulla viene lasciato al caso ogni particolare viene ideato e modificato fino all’unione tra praticità e qualità.

Passaggio 1 di 8

Ambiente: nessuno





Passaggio 2 di 8

Forma: nessuno







Passaggio 3 di 8

Dimensioni:

Lunghezza: 0 cm

Profondità: 0 cm

Passaggio 4 di 8

Conformazione: nessuno




Passaggio 5 di 8

Piatto Doccia: nessuno

Passaggio 6 di 8

Pedana: nessuno

Pedane Jolly

Pedana Matilde in acciaio Inox

Pedane Legno

Pedane Melissa in alluminio

Karina cromoterapia

Passaggio 7 di 8

Sospensione a scatto: nessuno

Passaggio 8 di 8

Box Doccia: nessuno

 

Altezza in cm

 

Finitura metallerie

Finitura Cromo Cromo
Finitura Satinata Satinato

Finitura vetro

Vetro Trasparente Trasparente
Vetro Extra Chiaro Extra Chiaro
Vetro Acidato Acidato
Vetro Fume Fume