0541.659165

Come progettare e arredare la stanza da bagno

Il bagno è la stanza più particolare ed importante di ogni casa ed è indispensabile che venga progettato nei minimi dettagli. E’ fondamentale tenere in considerazione diversi fattori importanti quali la praticità, la funzionalità ed il comfort, particolari che spesso non vanno di comune accordo con l’estetica, ma se ci si affida a persone esperte del settore, come installatori idraulici professionisti oppure ancora meglio a designer o addirittura ad architetti, si possono realizzare bagni davvero molto interessanti e di design.

Si può certamente fare a meno di alcune figure per l’arredo della stanza da bagno, ma si deve avere una buona conoscenza dei materiali di finitura, idee molto chiare sul tipo di progetto finale e tanto tempo da dedicare alla ricerca dei sistemi alternativi ed innovativi legati ad una passione molto forte per il design.

Quello che occorre è una accurata progettazione e predisposizione degli impianti, ancora prima della fase preventiva proprio perché i servizi all’interno di una stanza da bagno possono essere davvero tanti.

Come primissima cosa andrà considerato lo spazio dedicato al bagno valutando, se possibile, l’ampliamento delle pareti oppure lo spostamento della porta di ingresso o addirittura della finestra, questo per sapere se in caso di bisogno ci sia margine per poter modificare la struttura della stanza per agevolare al meglio i movimenti tra un servizio e l’altro.

E’ dunque importante sapere sin dall’inizio quali siano gli ingombri massimi e quali siano i vincoli strutturali per poter progettare ed arredare una stanza da bagno.

Altra cosa importante è sapere quali siano le quote del massetto sottopavimento, ossia la misura dello spessore riempitivo cementizio che intercorre tra il solaio portante e le mattonelle del pavimento dove passano tutti gli impianti di scarico, acqua e luce. Anche questa informazione diventa fondamentale per poter determinare il nostro spazio utile di arredo, ma altresì necessaria per poter capire se sia possibile spostare il servizio più importante, detto wc, in qualsiasi punto della stanza.

Determinate tutte queste informazioni necessarie, avremo messo a punto le basi per l’arredo del nostro bagno. Ci sono due possibilità di partenza con la sistemazione degli elementi, ma la priorità va sempre in ogni caso all’immagine virtuale che vi siete creati della stanza da bagno ideale.

Si può partire nella maniera più tradizionale con il posizionamento dei sanitari, wc e bidet messi l’uno affianco all’altro con una distanza minima di 20 cm tra i due oppure in altri casi messi l’uno di fronte all’altro con uno spazio di almeno 60 cm per il passaggio, in entrambe i casi la tendenza è quella di lasciare questi servizi nella parte più nascosta della stanza o nella parte più distante dalla porta di ingresso per avere più privacy.

Altro punto di partenza per la sistemazione dei servizi è legata senz’altro ad un bagno di design, a delle esigenze che vanno oltre la sola praticità. Arredare il bagno, infatti, significa anche creare una stanza confortevole, bella da vivere ed un luogo piacevole dove passare il proprio tempo per il relax, per questo si realizzano bagni che vengono costruiti intorno all’elemento principale ed essenziale che domina su tutto il resto della stanza.

Perciò ci sono degli elementi che possono trasformare un bagno e renderlo un ambiente confortevole e di design, oltre che funzionale, quali ad esempio una bella vasca da appoggio a vista, messa a centro stanza; oppure laddove lo spazio a disposizione lo permetta ancora si potrebbe pensare ad una vasca idromassaggio con tutte le sue particolari funzioni, messa nel punto più ampio disponibile, o ancora per chi non ama particolarmente la vasca e necessita di qualcosa di più comodo e funzionale si potrebbe pensare ad una doccia che rientri perfettamente in tutti gli stili abitativi e si adatti a sistemi su misura in ogni punto della stanza da bagno.

Nell’ultimo caso, ovvero quello di una doccia, la scelta sarà più complessa perché si dovranno scegliere diversi elementi quali: la posizione ideale, la forma, il tipo di piatto doccia e la composizione del box doccia che può essere scelto tra infinite composizioni, con apertura a battente, scorrevole oppure walk-in (ovvero ad ingresso libero senza porta), di questa conformazione ne possiamo trovare standard di mercato o su misura, estremamente minimali con particolari finiture di cristalli e metallerie.

In ogni caso, entrambe le soluzioni diventano elemento essenziale di arredo e per poter dare loro la giusta importanza è fondamentale che vengano disposte il più possibile di fronte alla porta di ingresso, per darne il giusto valore e la giusta importanza.

Una volta scelta la tipologia e l’importanza prioritaria di questi elementi, si prosegue con il resto dei servizi andandoli a posizionare nei punti rimasti a disposizione. Per ultimo, quindi, ma non di minore importanza si decide dove mettere il lavandino che necessita di meno attenzioni tecniche, per via della sua semplicità e per via della sua pratica disponibilità in tutte le svariate forme e dimensioni adattabili ad ogni tipo di stile.

Questi sono i primi passi per poter disporre al meglio i servizi in una stanza da bagno, ma ovviamente non è ancora finita, quando avrete trovato la giusta sistemazione degli elementi si dovrà passare alla parte più delicata che è di certo quella dell’accostamento dei materiali e dei colori, cosa che richiede un’ampia conoscenza e capacità di visualizzazione del prodotto finito e, per esagerare, un pizzico di follia per osare con una scelta che vada oltre i classici standard abitativi.

Non è certo semplice organizzare tutte queste cose, molto spesso si sottovaluta chi di tutto questo ne fa una professione dedicandosi totalmente a questo tipo di lavoro. Vale in questo caso ciò che si dice: “prima di avere una casa perfetta va fatta almeno tre volte”. Chi si cimenta come prima volta nella costruzione/progettazione di una casa potrà avere senz’altro delle buone idee e capacità nell’accostamento colori/materiali ma poi l’organizzazione tecnica, l’interfaccia con i diversi artigiani e le problematiche di costruzione, risolte con aggiustamenti arrangiati non propriamente idonei, spesso non rendono giustizia all’idea finale che si ha della casa dei propri sogni.

Trovare artigiani professionisti e competenti, che facciano anche un prezzo adeguato, è la cosa più difficile anche perché ci si può fidare di primo impatto soltanto della parola data senza sapere se il lavoro che gli concederemo sarà poi veramente perfetto. Nulla è impossibile, questo è il nostro motto e quasi sicuramente lo sarà anche per molti di voi, ma è importante sapere che per poter realizzare cose molto particolari ci vuole tempo e nel caso di una progettazione fai da te, il consiglio che vi possiamo dare è quello di prendervi davvero tanto tempo e di costruire la casa per step ben definiti e pianificati, anche perché le idee cambiano spesso e la fretta non aiuta di certo.

I problemi esistono e non si possono evitare, spesso sono in superficie sotto i nostri occhi, ma ancor più spesso sono nascosti e possono emergere con il passare del tempo, possiamo soltanto assecondarli ed è questo il segreto di ogni professionista: riuscire ad aggirare i problemi, senza intaccare tutto il progetto, o ancora meglio riuscire a prevenirli.

L’informazione è alla base di tutto, la conoscenza dei sistemi e dei materiali è il punto focale. Anche chi lavora in questo ambito, se vuole essere un bravo professionista e garantire al proprio cliente un ottimo lavoro è costantemente alla ricerca di sistemi innovativi, si tiene sempre informato sulle ultime novità, ne fa una ragione di vita, una passione, e quando gli viene concesso un lavoro lo fa come se fosse di sua proprietà. Certo, oggi giorno, forse trovare questo genere di persone è raro, ma esistono ancora professionisti così e se i vostri obiettivi sono alti non potete fare altro che cercarli.

By | 2017-09-28T13:31:09+00:00 settembre 27th, 2017|Piatti doccia|0 Comments